Trova la differenza

Apri il nuovo Firefox (non oggi, è uscito da un po’), dai un occhio all’interfaccia, pensi che abbiano copiato Safari sforzandosi però di fare qualcosa leggermente diverso per non cadere nel plagio. Poi vedi il tasto “back”, ti chiedi come mai c’è un tasto tondo in una famiglia di bottoni a forma di pillola, lo trovi goffo. Approfondisci, vai nel menù Visualizza>Barre degli strumenti>Personalizza… (chissà perché mettono i puntini di sopsensione?) e metti la spunta alla voce “icone piccole”. Meno pixel occupa l’interfaccia e meglio questa ha raggiunto il suo scopo.

A questo punto trovare la differenza è facile, trovare una risposta al perché abbiano lasciato l’opzione icone grandi / piccole quando in effetti non ci sono differenze è più difficile.

About these ads

6 Risposte to “Trova la differenza”

  1. paolo Says:

    “Personalizza… (chissà perché mettono i puntini di sopsensione?)”
    perché indica che è un comando che richiama una finestra di dialogo e non una funzione che viene eseguita subito dopo il click.

    Inoltre il comando Back nel browser dovrebbe essere cacciato come la peste dai web designers. Ovvero: se la navigazione è progettata a dovere, l’utente non dovrebbe mai ricorrere al pulsante back.
    Solo così mi spiego la scelta di un pulsante più grande per questa funzione, una sorta di via di fuga/sollievo per l’utente incastrato nei siti dalla navigabilità più ostica.

  2. Giacomo Cesana Says:

    Ho scoperto a cosa servono i puntini, ottimo.
    Approfondendo il tasto back e l’interfaccia di Firefox mi chiedo perché abbiano aggiunto alla destra del tasto “forward” una freccia verso il basso, premendo la quale si accede alla cronologia, quando già si accede alla stessa cronologia tenendo premuto il tasto back. Boh.

  3. #Là# Says:

    due notine da noiosa:

    * il comando “tasti piccoli” non controlla solo il tasto back di firefox, ma anche le icone di tutti gli add-on accanto alla barra di ricerca. Vedo dagli screenshot che tu non ne hai, quindi in effetti vedi la riduzione del solo tasto Back: io accanto al tasto Home ho altre 6 icone. Nel caso selezionassi “icone piccole” si ridurrebbero per lasciar posto alla barra degli indirizzi

    * Il tasto Back non serve solo ad uscire dai siti difficilmente navigabili, anche se (spesso) serve anche a quello. Metti però che io voglia tornare indietro dopo esser passata da un sito ad un altro seguendo una catena senza fine di rimandi.
    Nel caso (sventato ma frequente) in cui non li abbia aperti tutti in tabs tornare indietro con il tasto Back resta l’opzione più rapida per evitare di spulciare la cronologia. Soprattutto per chi non la salva!
    Questo per dire che se mi mangiate il tasto Back, perdo i tre quarti della navigazione randomica di oggi pomeriggio.

    Comunque.. io sono passata al fratellastro Flock come browser perchè questa interfaccia troppo Safari non mi garba affatto. ;)

  4. benedetta Says:

    vedo da ciò che scrive che paolo conosce i fondamenti di progettazione di interfacce e web design, molto bene, ma leggo anche cose citate da nielsen ormai obsolete: che il tasto back debba essere reso inutile da un buon web designer, ormai, è un concetto superato perchè considera un sito come un apparato stand-alone quando sappiamo benissimo che internet è di per sé una rete intricata di siti diversi tra cui l’utente si giostra (nielsen stesso ribadisce che l’utente vuole “cliccare cliccare e cliccare”), e il tasto back serve appunto a passare/tornare da un sito all’altro.

    la freccetta della cronologia…in effetti, una inesattezza (non lo definirei errore) che potrebbe essere affinata, ma anche così funziona.

    Il tasto back, poi, è più grande semplicemente perchè statisticamente più utilizzato del tasto forward. E’ un metodo di dichiarazione visuale di gerarchie che, secondo me, funziona (pur rendendo l’interfaccia meno omogenea)

    confermo quanto detto da paolo sui puntini di sospensione nel personalizza

  5. paolo Says:

    Credo che il web designer, povero lui, non possa pensare di progettare anche la navigazione dell’utente fuori dal suo sito, per questo motivo esiste il pulsante indietro. È *all’interno* del sito che non dovrebbe servire, forse le due cose non vanno confuse.

    Trovo invece molto scomodo il fatto che non ci sia una scorciatoia da tastiera per andare alla pagina di home (né possibilità di assegnarne una) e inutile la funzione di cercare su google quello che viene digitato nel campo di URI, dato che c’è un campo apposta per la ricerca su google esattamente di fianco.
    Questi, oltre al fatto che mi sembra lento e pesante, sono i motivi che mi fanno preferire Safari a Firefox.

  6. vicio Says:

    I puntini di sospensione sono un’estensione del concetto più noto sulla carta stampata del ‘segue…’. In pratica ogni comando che non si espleta nel momento in cui viene eseguito, ma che richiede ulteriore interattività (cioè che segue in un’altra dialog o alert) viene seguito dai puntini di sospensione (carattere di ellipsis, non 3 puntini) .
    In ogni caso chi volesse ‘studiare’ può andare alla ‘sorgente': le linee guida dell’interfaccia di Apple teorizzate e spiegate nel dettaglio.
    Per i ‘puntini’ e altri dubbi sui menu:

    http://developer.apple.com/documentation/UserExperience/Conceptual/AppleHIGuidelines/XHIGText/XHIGText.html.

    Non è un caso che alla Apple ci sia un team di 30 persone solo per gestire l’interfaccia del sistema. Mi domando chissà cosa faranno tutto il giorno, forse aggiornano il prolisso e ‘americano’ manuale delle Guidelines di 400 pagine:

    http://developer.apple.com/documentation/UserExperience/Conceptual/AppleHIGuidelines/OSXHIGuidelines.pdf

    Io ho letto la prima versione di questo manuale per intero nel 1988, e anche allora era chiaro che tutto questo è stato portato sulla terra da popolazioni aliene con tecnologie molto più sviluppate di quelle terrestri.

    Oggi sfogliando il manuale mi stupisco ancora della perizia e di come tutto il resto del mondo non riesca a fare niente di simile (guardate il comando New… dei menù di Vista: errato pure secondo la Microsoft).

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: