Archive for maggio 2007

Ogni giorno

24 maggio 2007

«Each day we come in and see if we can do it better. That’s all we can do

fonte

La mamma di Dilbert

22 maggio 2007

Che Dilbert fosse una striscia geniale ne ero già convinto. Oggi la mia collega Elisa mi ha inviato questa vignetta, una di quelle domenicali a colori, in cui la mamma di Dilbert è occasione di confronto e presa di coscienza per il figlio. Che lavora in un’agenzia pubblicitaria. Come me. Che non viene pagato per gli straordinari. Come me. Che spesso vede il suo lavoro vanificato. Come chi? Ah, già…

dilbert.jpeg

Traduzione per chi non sa l’inglese:
Dilbert: Mamma, come sempre ieri ho lavorato fino a mezzanotte.
Mamma: Bene, almeno hai guadagnato qualche soldo extra.
D: Non mi pagano gli straordinari
M: Beh, sicuramente sarà stato un lavoro importante.
D: Non esattamente. Il mio capo mi ha fatto fare delle modifiche a una presentazione in Powerpoint che l’hanno peggiorata.
M: Se non altro sarai pronto per la riunione.
D: È stata annullata. Ma non è un problema dato che il progetto non era comunque finanziato.
M: Quindi hai lavorato gratis per peggiorare una presentazione per una riunione che non ci sarà di un progetto che non esiste?
D: Già.
M: Oh… sei proprio nel mondo dell’advertising.

Un po’ di vanagloria!

16 maggio 2007

ranking.gif

Il caro Giovanni mi fa notare che il mio blog è quinto nella classifica dei blog che stanno crescendo più in fretta su wordpress (come si vede nello screenshot che ho preso alle 11.55)! Probabilmente tra qualche minuto non sarò più lì, ma per ora questa semplice notizia mi ha rallegrato.

Aggiornamento: alle 13.35 sono terzo in classifica!

L’illusione ottica

15 maggio 2007

Fino a cinque minuti fa io vedevo la scritta FedEx in due colori. Poi ho letto qui e la mia vita è cambiata. Ora leggo la stessa scritta, percepisco gli stessi colori ma vedo anche la freccia. Sì, una freccia bianca. Una freccia bianca tra la “E” e la “x”. Ed è stata messa lì apposta da Lindon Leader, come lui stesso racconta qui.

Shiira: più fico di Safari e più versatile di Firefox?

12 maggio 2007

shiira screenshot

Scopro oggi del progetto Shiira, un browser per Mac dalle evidenti radici nipponiche, che si presenta esteticamente simile a Safari ma con molte caratteristiche in più, roba che nemmeno Firefox, per quanto ne so, è in grado di fare. Un esempio che mi ha colpito è la presentazione in stile exposé delle schede/finestre aperte, che permette di vedere sinotticamente tutte le pagine a cui si è collegati, pur avendole nella stessa finestra. Poi ho visto pannelli trasparenti scollegati dalla finestra principale, effetti di transizione capaci di stupire chiunque…

shiira tab exposé

Devo ancora testarlo. Se non è troppo esoso in termini di risorse potrebbe essere il mio nuovo browser. Vedremo.

fonte

Il piano sequenza

11 maggio 2007

Ho trovato questa pagina molto interessante che raccoglie una serie di spezzoni cinematografici realizzati con la tecnica del piano sequenza. È stata l’occasione per la scoperta (o riscoperta) di numerosi film in cui il regista ha deciso di fare uso di una tecnica difficile, che sicuramente (per il poco che posso intuire), richiede grandi sforzi di progettazione e realizzazione. Uno che mi aveva colpito, e che tuttora mi lambicca il cervello nel tentativo di capire come è stato realizzato, è quello di Kill Bill Vol. 1: avranno usato dei binari, che poi hanno tolto, dei bracci, oppure hanno solo montato insieme più riprese? A me non è dato sapere…

Flickr surfing / 1

10 maggio 2007

immagine-2.jpg

immagine-8.jpg

Questi due interessanti e ben organizzati set fotografici provengono da Flickr, dove chi cerca trova, e chi cerca a fondo può trovare dei set interessanti e tematicamente ben organizzati.

Sono ancora vivo

7 maggio 2007

Due settimane di intenso lavoro, senza fine settimana né feste, mi hanno tenuto lontano da qui. Ma sto per tornare!