Archive for the ‘fun stuff’ Category

Io!

24 ottobre 2007

Messaggi segreti

16 ottobre 2007

Questa foto scattata alla mostra The science of spying in corso allo Science Museum di Londra: mi ha ricordato il progetto Sorted Books di cui ho parlato qui.

fonte

La mamma di Dilbert

22 maggio 2007

Che Dilbert fosse una striscia geniale ne ero già convinto. Oggi la mia collega Elisa mi ha inviato questa vignetta, una di quelle domenicali a colori, in cui la mamma di Dilbert è occasione di confronto e presa di coscienza per il figlio. Che lavora in un’agenzia pubblicitaria. Come me. Che non viene pagato per gli straordinari. Come me. Che spesso vede il suo lavoro vanificato. Come chi? Ah, già…

dilbert.jpeg

Traduzione per chi non sa l’inglese:
Dilbert: Mamma, come sempre ieri ho lavorato fino a mezzanotte.
Mamma: Bene, almeno hai guadagnato qualche soldo extra.
D: Non mi pagano gli straordinari
M: Beh, sicuramente sarà stato un lavoro importante.
D: Non esattamente. Il mio capo mi ha fatto fare delle modifiche a una presentazione in Powerpoint che l’hanno peggiorata.
M: Se non altro sarai pronto per la riunione.
D: È stata annullata. Ma non è un problema dato che il progetto non era comunque finanziato.
M: Quindi hai lavorato gratis per peggiorare una presentazione per una riunione che non ci sarà di un progetto che non esiste?
D: Già.
M: Oh… sei proprio nel mondo dell’advertising.

Fintissimo testo!

10 aprile 2007

0005.jpg

Prendo un generatore di «Lorem ipsum», il caro vecchio “finto testo”. Prendo poi un generatore di messaggi anonimi vecchio stile, di quando la tecnologia non c’era ancora. Ora metto insieme le due cose per ottenere del finto testo anonimo, il messaggio anonimo all’ennesima potenza: se fossi un artista contemporaneo cool e trendy ne farei un’installazione e tutti parlerebbero di me (non è così che si fa arte oggi?).

fonte

Brand identity? / 3

28 marzo 2007

Logo Sixt

Sarà permessa dal manuale della brand identity di Sixt la traduzione del logotipo in arabo? Ho trovato questa foto su Current Letters.

Come stappare una birra con un foglio di carta / 2

20 marzo 2007

Come promesso qualche giorno fa ci ho provato: ci sono riuscito, anche se non è stato così semplice. Ho usato un foglio A3 (per l’esattezza 2 fogli A4 sovrapposti) da 80 gm/2, ho rovesciato mezza birra (forse l’avevo agitata troppo nei tentativi) lavando mezzo salotto di casa del mio collega Andrea e non ho filmato il tutto. Prometto di riprovarci in ufficio e filmare l’opera.

Come stappare una birra con un foglio di carta

16 marzo 2007

Questo video mostra come aprire una bottiglia di birra con un foglio di carta. Domani sera ci provo e vedo se funziona! Siccome sono uno di quelli che non le sa stappare con un accendino, a meno di non slogarmi un pollice, questa potrebbe essere la soluzione per stappare birre in ufficio! (A essere sinceri le so stappare con i denti e con il bordo del tavolo, però entrambi i metodi possono rivelarsi in qualche modo distruttivi).