Archive for the ‘mac’ Category

Ci vorrebbe un po’ di Apple in tutte le cose

27 ottobre 2007

Apple è l’unica “marca” che mi ha conquistato, non c’è altro brand ad avere la mia piena stima.
Ieri ho installato Leopard, il nuovo sistema operativo, di cui sono sempre più entusiasta perché, a prescindere da tutte le nuove scintillanti caratteristiche, la Apple ha dimostrato nuovamente di avere tra le priorità l’attenzione all’utente, che nel caso del sistema operativo significa usabilità e efficienza impareggiabili. E lo posso dire con ragion veduta, sia perché fino a vent’anni ho usato il sistema operativo Windows, e quindi conosco la concorrenza, sia perché ho un fratello ingegnere elettronico (e ho sempre odiato il fatto che solo lui riuscisse a capire come far funzionare in modo efficiente Windows – nonostante a volte ci volessero giorni per configurare alcune periferiche…), sia perché ho studiato industrial design, seguendo corsi di usabilità.
È chiaro che moltissime delle nuove caratteristiche principali sono il tentativo di risolvere e migliorare le funzioni più banali e quotidiane di ogni utente, una su tutte la “raccolta” automatica degli allegati alle mail in una cartella predefinita (così non bisogna più cercare sul desktop tra mille altri file, anche dopo giorni…), per non parlare del backup automatico, per non parlare del campo di ricerca inserito nel menù “aiuto” di ogni programma (non mi ricordo come si aggiunge il campo “ccn” a una mail… scrivo ccn in quel piccolo spazio di ricerca et voilà, mi viene detto come si fa).
Non mi dilungo, ma rimando al sito Apple per tutte le caratteristiche maggiori, e a questo articolo del New York Times di David Pogue (segnalato da SwissMiss) per alcune perle minori apparentemente non menzionate da Apple ma che ho trovato utilissime (la griglia della scrivania regolabile, quanti anni sono passati!).

Annunci

Leopard!

26 ottobre 2007

Leopard

«Il sistema operativo più avanzato al mondo» è installato sul mio MacBook.
Io direi che è anche il sistema operativo più chic, basta vedere come visualizza il contenuto delle cartelle direttamente dal dock. Ed è solo la prima cosa che ho cliccato…

immagine-3.jpg immagine-4.jpg

Shiira: più fico di Safari e più versatile di Firefox?

12 maggio 2007

shiira screenshot

Scopro oggi del progetto Shiira, un browser per Mac dalle evidenti radici nipponiche, che si presenta esteticamente simile a Safari ma con molte caratteristiche in più, roba che nemmeno Firefox, per quanto ne so, è in grado di fare. Un esempio che mi ha colpito è la presentazione in stile exposé delle schede/finestre aperte, che permette di vedere sinotticamente tutte le pagine a cui si è collegati, pur avendole nella stessa finestra. Poi ho visto pannelli trasparenti scollegati dalla finestra principale, effetti di transizione capaci di stupire chiunque…

shiira tab exposé

Devo ancora testarlo. Se non è troppo esoso in termini di risorse potrebbe essere il mio nuovo browser. Vedremo.

fonte

Mac d’assalto!

5 aprile 2007

Ovvero come con qualche dollaro poter attrezzare una workstation portatile supercompatta e superaccessoriata. Credo che una soluzione così sia perfetta per un fotografo (e infatti il simpatico tizio del video lo è), ma farebbe gola anche a me: pur non essendo nulla di particolarmente innovativo ciò che mi colpisce di più è la superfunzionalità dell’insieme. Per utenti mac d’assalto.

Safari come spotlight

27 marzo 2007

inquisitor.jpg

Ho letto oggi su Applicando di Inquisitor X, un plugin per Safari, che ho subito scaricato e installato. Con molta semplicità ed eleganza permette di “potenziare” il campo di ricerca Google del browser. Se non altro mi ha permesso di impostare Google Italia come punto di partenza per le ricerche (di default Safari ricerca con Google USA).