Archive for the ‘web’ Category

Trova la differenza

23 settembre 2008

Apri il nuovo Firefox (non oggi, è uscito da un po’), dai un occhio all’interfaccia, pensi che abbiano copiato Safari sforzandosi però di fare qualcosa leggermente diverso per non cadere nel plagio. Poi vedi il tasto “back”, ti chiedi come mai c’è un tasto tondo in una famiglia di bottoni a forma di pillola, lo trovi goffo. Approfondisci, vai nel menù Visualizza>Barre degli strumenti>Personalizza… (chissà perché mettono i puntini di sopsensione?) e metti la spunta alla voce “icone piccole”. Meno pixel occupa l’interfaccia e meglio questa ha raggiunto il suo scopo.

A questo punto trovare la differenza è facile, trovare una risposta al perché abbiano lasciato l’opzione icone grandi / piccole quando in effetti non ci sono differenze è più difficile.

Io!

24 ottobre 2007

Alfabeti in rete

22 ottobre 2007

sd-flickr.jpg

sd-google-maps.jpg

Ho trovato due nuovi “generatori” di lettere la cui peculiarità è di usare immagini provenienti da Flickr e da Google maps. Quello con edifici fotografati via satellite è semplicemente bizzarro. Quello che usa immagini Flickr (nell’immagine in alto, codificato da Erik Kostner), invece, è molto interessante dal punto di vista tipografico, in quanto permette di visualizzare in un attimo infinite varianti formali delle medesime lettere, come nell’esempio qui sotto. Chi individua le due lettere doppie?

spellwithflickras.jpg

Da questo punto di vista mi sembra che il progetto di Kostner sia un efficace esempio di information design, trattandosi di un progetto che riesce a dare accesso e ordine a informazioni altrimenti caotiche e non aggregate.
Di un altro generatore di lettere ho scritto qui un po’ di tempo fa.

fonte

Shiira: più fico di Safari e più versatile di Firefox?

12 maggio 2007

shiira screenshot

Scopro oggi del progetto Shiira, un browser per Mac dalle evidenti radici nipponiche, che si presenta esteticamente simile a Safari ma con molte caratteristiche in più, roba che nemmeno Firefox, per quanto ne so, è in grado di fare. Un esempio che mi ha colpito è la presentazione in stile exposé delle schede/finestre aperte, che permette di vedere sinotticamente tutte le pagine a cui si è collegati, pur avendole nella stessa finestra. Poi ho visto pannelli trasparenti scollegati dalla finestra principale, effetti di transizione capaci di stupire chiunque…

shiira tab exposé

Devo ancora testarlo. Se non è troppo esoso in termini di risorse potrebbe essere il mio nuovo browser. Vedremo.

fonte

Assetati di riviste / 2

24 aprile 2007

premiereissue.jpg

È ora di aggiornare il blog, abbandonato da giorni causa lavoro intensivo. Ho trovato un sito che presenta una collezione delle copertine dei primi numeri di parecchie riviste. Anche in questo caso (come nel database di cui ho parlato in questo articolo) c’è la possibilità di un approfondimento su ciascuna testata cliccando sull’immagine della rivista. Che la ricerca cominci!

Colori

17 aprile 2007

Ho scoperto in rapida successione alcune risorse sul web strettamente legate al colore inteso come elemento progettuale. Da una parte c’è il tentativo di facilitare la scelta cromatica dei creativi indecisi (o di chi come me ha dei problemi a scegliere dei colori che non siano 100% ciano, 100% magenta, 100% nero…) e dall’altra c’è la conseguenza ludica, forse inattesa, che queste risorse hanno generato sul web attorno al mondo dei colori.

Bando alle ciance: la prima risorsa è sviluppata direttamente da Adobe, e si chiama Kuler. Si possono creare, salvare, combinare, copiare infinite combinazioni cromatiche. Non mi dilungo: oltre al sito è possibile scaricare un widget per la dashboard di Mac OSX 10.4.

kulersito.gif kulerwidget.gif

La risorsa numero 2 è COLOURLovers, un sito molto approfondito che ruota attorno al mondo dei colori, con discussioni, articoli, tendenze, combinazioni. Meno “potenza tecnica” di Kuler e più blog. Vale una visita approfondita.

colourlovers.png

La terza e ultima risorsa è un semplicissimo generatore di colori, che crea una gamma cromatica in valori esadecimali a partire da qualsiasi immagine (si può specificare l’url di una immagine sul web oppure fare l’upload di un file dal proprio computer). Si trova qui.

degraeve.gif

LibraryThing: la mia libreria online

16 aprile 2007

librarything.jpg

Da grafico editoriale quale amo definirmi non posso non essere innanzitutto un amante dei libri. E con amante intendo dire appassionato conoscitore, compratore, conservatore, accumulatore di libri. Cosa può esserci di meglio allora per uno come me di LibraryThing, un sito che permette la catalogazione dei libri, con tanto divertimento e tutta l’interattività del web? Quelle sopra sono le copertine dei primi libri che ho già inserito nella mia “biblioteca online”. L’unica pecca (per ora) è che la ricerca bibliografica di titoli italiani è poco supportata (o meglio i motori di ricerca italiani presenti non funzionano granché bene). Ma un vero bibliofilo non si farà certo intimorire, potendo comunque inserire i libri a mano!

Un sito fatto col pennarello

11 aprile 2007

immagine-4.png

Uno stimolante esempio di “decontestualizzazione” del medium: un sito fatto a pennarello.

fonte